lunedì 10 marzo 2014

Salite e Salute



Le ripetute da 2000 sono andate senza problemi, la gara di Bra tutto sommato anche.

L'ultimo fantasma che mi toccava affrontare era la salita. 
Mesi e mesi che correvo in pianura, solo brevissimi tratti di salita per paura che i tendini me la facessero pagare. Ma prima o poi avrei dovuto farci i conti, visto che da queste parti la stagione agonistica è costellata di gare in salita.
La prima in ordine cronologico è a Busca, fra 6 giorni.
Ci ho pensato a lungo, fino a 5 minuti fa, quando ho preso il telefono e ho chiamato il Presidente Caldano. Mi sono iscritto al Trofeo ANA di Busca. Bene. Bene? Vedremo.
Ieri mattina, per iniziare, ho dirottato il lungo. Dopo la consueta fase di riscaldamento in pianura mi sono diretto verso il centro di Mondovì e da lì verso la stazione di valle della funicolare. 


Salita ripida che conduce a Mondovì Piazza, 2,5 km svolti con molta cautela nei movimenti e attenzione ai segnali che provenivano dalle caviglie.

Discesa dolce verso il Santuario di Vicoforte.
Salita verso Vicoforte.
Discesa e salita fino a Briaglia.
Lunga discesa.
In totale 19 km corsi a 4.35. Buono il ritmo, appena sufficiente la resistenza alla fatica. Ovviamente non ero ancora pronto a un lungo collinare con questo tipo di pendenze.
A livello allenante ne avrò tratto sicuramente giovamento. Il tendine sinistro, però ha dato segni di insofferenza, niente di grave per ora, solo quel fastidio che conosco molto bene e che mi induce ad un immediato impacco di ghiaccio nel dopo corsa. 
Oggi sembra che si sia calmato, vedremo chi avrà la meglio. 
Ma almeno ora non ho più spauracchi da affrontare...credo!

6 commenti:

  1. fai molta attenzione alla salita
    nonostante sia il mio pane, sento sempre quando oso troppo e comunque è molto impattante per achilleo e polpacci.
    la muscolatura del plpaccio va ben decontratta a dovere nei giorni seguenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa settimana torno alla pianura, domani provo un medio e avrò il responso sullo stato dell'achille. Certo è che se non riesco a gareggiare in salita la stagione è compromessa.

      Elimina
  2. Ueila...cominciamo con le salite? Prima tappa verso i trail :-)) ha ragione Andrea per quanto riguarda la muscolatura ed i tendini del polpaccio/Achilleo ma penso che tu lo sappia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può darsi che qualche trail ci scappi, mi piacerebbe! Si, conosco bene il rischio, cerco di affrontarlo con le dovute cautele. Ma chi non risica...

      Elimina
  3. Prudenza! Capisco la voglia di tornare a gareggiare e correre però visti i tuoi rapporti con gli infortuni andrei molto cauto.
    Beh detto questo... in bocca al lupo per la gara di domenica! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Saverio, in realtà sono molto attento ai sintomi e per ora mi sembra che le cose vadano abbastanza bene. Comunque credo che sarà una di quelle gare in cui mi tocca tirare il freno...

      Elimina