venerdì 27 marzo 2015

delle corse che finiscono


Una stupenda giornata di primavera non è certo lo scenario ideale per il tuo film.
Chi non avrebbe la tentazione di partire a correre sotto un sole splendente e un cielo blu.
Ma tutta questa bellezza è troppo irreale per il tuo bel thriller, troppo facile partire, troppo bello correrci dentro, temperature tiepide, un fondo stradale confortevole, tutto troppo illusorio.
A momenti ci stavi per cadere, nel tranello.
Hai resistito alla tentazione quando hai capito che la poesia della corsa oggi avrebbe nascosto un'insidia troppo pericolosa.
Perchè come già sospettavi, la corsa perfetta non esiste. Si dice che per correre a lungo, nella vita, bisogna correre poco per volta, non tutti i giorni e mai in imprese troppo faticose.
E' proprio vero che oggi la favola sarebbe stata quella della corsa perfetta. Per questo motivo hai deciso di essere lo spettatore dalla finestra proprio all'ultimo momento, quando hai capito che non eri l'interprete adatto.
Molto meglio aspettare il prossimo giro, quello della corsa bagnata, fredda e scivolosa, ognuno in fondo è nato per quello che è nato, se la può cavare bene solo nella sua specialità.
Le corse fredde, brevi e un pò scivolose, sono ugualmente bei film, che hanno come unica pecca quella di lasciare l'amaro in bocca, perchè finiscono proprio sul piu' bello. Di certo manca la nota buffa e comica dello scivolone, una grassa risata finale e un arrivederci alla prossima.
No, le tue corse finiscono senza realmente avere una fine, e il giorno dopo ti riservano una stupenda quanto insidiosa giornata di sole.
Che ti lascia interdetto, davanti a una finestra, a chiederti che senso ha, in fondo, essere costretto a recitare sempre il tuo ruolo, solo perchè sei sicuro che forzare le cose non darebbe buoni risultati.
Oggi ti sembra stupido pensare per forza alla prossima gara, quando ti toccherà di nuovo correre piu' forte che potrai, neanche avesse veramente un senso.
Domani forse avrai un'altra delle tue gare.
Basterà iniziare e non ci penserai piu', chiuderai gli occhi e tornerai a ripassare la tua parte, ormai la conosci e puoi stare tranquillo, ti riesce bene.

Nessun commento:

Posta un commento