domenica 23 agosto 2015

come mercurio


18 km, finalmente.
Avevo bisogno di tornare a macinare qualche chilometro in piu'.
Oggi la mia corsa è tornata ad essere magicamente piacevole, proprio in barba al tempaccio, tutto risuonava di quella musica che mi accompagna ogni tanto, quando sembra che i problemi non esistano.
Correre senza fretta, correre senza meta.
Quando le vicende ti obbligano a rinunciare a preparare una gara importante, bisogna in qualche modo lavorarci su in modo da catalizzare l'attenzione su nuovi progetti.
Pura teoria, ovvero, giusto il concetto ma non sempre così facile da realizzare.
Oggi mi sento bene perché ho corso qualche chilometro in più senza problemi, nessun affaticamento, né dolori.
Per cui ho capito che da oggi si può ripartire con un obiettivo importante.
Nonostante il fatto di aver mancato una tabella d'allenamento, in realtà non ho mai smesso di svolgere lavori veloci.
Quindi ci siamo, le basi ci sono e anche discrete: pronto a prendere in mano una nuova tabella, e via.
C'è molto lavoro che mi aspetta, se avrò la mia musica intorno, non sarà certo un lavoro difficile.
Quando hai le ali ai piedi, non ti resta che volare...
Non vedo l'ora di iniziare.

Nessun commento:

Posta un commento