mercoledì 4 novembre 2015

balla coi bruchi




Un'atipica giornata di novembre, temperature ben al di sopra della media, un bel sole.
Una di quelle giornate che si prestano molto bene ad attività all'aria aperta, meglio se in mezzo alle campagne. 
Meglio ancora, corricchiando in buona compagnia.
Ma esci da solo per la tua corsetta, e non guardi il cronometro. Premi "start" e ti prefiggi l'obiettivo di ricordarti di premere "stop" all'arrivo.
Tutto quanto avviene nel mezzo consiste in una corsa senza impostazioni e senza concentrazione, lasci andare i pensieri e le gambe.
Ti fanno notare che la strada oggi è piena di bruchi e millepiedi, bè, se vogliamo darci un obiettivo potrebbe essere quello di non pestarne nessuno.
Terzo obiettivo, nessun pensiero importante.
-25 a Firenze? Bene, -25 e mancano precisamente...2 lunghi e 3 sessioni di ripetute lunghe.
Totale, cinque. 
Cinque allenamenti duri da affrontare con il massimo dell'ottimismo, una certa concentrazione e un filo di ironia.
Mai prendersi troppo sul serio, e vedrai che andrai anche più forte. E alè.

Nessun commento:

Posta un commento