domenica 3 gennaio 2016

Il Buono, il Veloce e il Tapascione



È un nuovo giorno, il Buono esce di casa prima ancora che il gallo si svegli, prima che il coyote si addormenti.
È in cerca di nuove sfide, in questi giorni, senza gare in vista.
Il Veloce lo aspetta con lo sceriffo, il viso mascherato da una sciarpa e una bandana che celano ogni lineamento del suo viso, a parte gli occhi di Clint Eastwood. E' lui, inconfondibile, con un predatore quadrupede legato in vita.
Silenzio, buio, gelo, nebbia. E si corre.
Correndo, il ghiaccio fra il Buono e il Veloce si scioglie. Il Buono è sofferente, il Veloce è tranquillo.
Il Buono è un pò sciancato, ma il duello oggi non ha avuto ragione d'essere, il Buono è salvo. 
Il Veloce non era così cattivo. E riparte per nuove sfide. Il Far West non è posto per gente a modo.
Il gallo canta e il Buono arriva proprio in tempo per l'appuntamento con il Tapascione.
Occhio infido, il Tapascione corre con fare beffardo, pronto a scattare in discesa.
Ma il Buono lo lascia andare, con incedere zoppicante.
Ti aspetto al capestro in cima al monte, vecchio Tapascione.
Eh sì, il Buono arriva per primo in cima al monte e lì si ferma.
Aspetta il Tapascione, ma solo perchè non conosce la strada.
Morale.
Occhio al Veloce, oggi ha studiato le tue mosse.
Occhio al Tapascione, ti aspetta al capestro.
E attenti al Buono...


Nessun commento:

Posta un commento