venerdì 22 gennaio 2016

nero su bianco


Smanetti col pc durante una pigrissima serata invernale, di quelle in cui finalmente nessuno può negare che faccia freddo.
Correre hai già corso, quindi la coscienza è a posto.
Relativamente a posto, insomma.
Hai messo tutti a letto e sei rimasto li' da solo, a girare su internet, cercando di importi di fare qualcosa di produttivo, tipo...
Ripassare una lingua straniera. Trovare orari di treni. Leggere. Scoprire pittori. Ascoltare pezzi musicali.
Ma niente, girando ti salta all'occhio la faccia di un vecchio, chissà chi sarà.
Uno con l'espressione a metà fra il severo e il sarcastico, quelle tipiche facce anglosassoni.
Ti dici, correre ho già corso, e punti un tavolo con tutte le tue matite.
Tutte le gradazioni, passi da quella rigida a quella così morbida da sembrare quasi un carboncino.
Nessun colore, uguale: nessun problema. Nero su bianco.
E allora decidi che questa sarà una serata tutta tua, molto casalinga, morbida, invernale.
Stufa accesa, due dita di grappa in un bicchierino.
E al lavoro.

2 commenti:

  1. Bellissimo ritratto di massimo gramellini tra vent'anni... Sei forte con la matita in mano... Aspetto quello che farai in compagnia di due dita di cognac VSOP o XO... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cognac potrebbe fare miracoli...
      Certo che a Gramellini invecchiato proprio non ci avevo pensato...hai ragione! :-))

      Elimina