mercoledì 20 aprile 2016

palla di vetro



Avevi già un'idea piuttosto chiara riguardo il dopo gara, il dopo maratona, il dopo del dopo.
Ti è già successo molte volte di provare a vivere il giorno immediatamente successivo all'avvenimento importante, e per importante intendi dire: pianificato da un sacco di tempo, quanto l'età dell'asino, come dicono gli inglesi.
Passato quello, nel bene o nel male, ci sono altri conti da fare.
I conti sono quelli che devi risolvere, faccia a faccia, col tuo tempo.
L'età dell'asino, che però avanza alla velocità di un uomo che corre.
Sai bene di non essere capace a tenere il ritmo del tempo che passa, sei diventato un podista a forza di provarci.
Ma qui ci vorrebbe un vero uomo, timorato di dio, che non ha paura del tempo perchè ha un credo.
L'alternativa possibile, per un vecchio scorbutico come te, è pianificare un'altra gara e anche provare a vincerla.
Come al solito non farai il botto, e comunque la tua sfera di cristallo non ne prevede.
Ma avrai ingannato il tempo e per un pò, divertiti.

6 commenti:

  1. Complimenti ancora per il tuo Pb..che aspetti ad aggiornarlo nella tua apposita sezione? :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Save'!! fatto, fatto...;-)

      Elimina
    2. Non avevo notato... è messo sopra il precedente e non lo vedevo

      Elimina
    3. Il fatto è che togliere Treviso mi dispiaceva un po'...:-|

      Elimina
  2. Bravissimo Alain.
    Pensa che esiste l'oceano, e continua a sognare l'oceano.
    Ma tieniti la sfera di cristallo, quella ti garantisce una serena, effimera libertà.
    Ma per ognuno di noi e così.
    Se si vuole l'oceano senza sfere, bisogna assumersi ogni responsabilità del proprio agire, e ritornare nelle sfera spesso non è possibile a almeno cos' facile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. all'oceano penseremo più avanti, chissà...per ora meglio nuotare a vista!

      Elimina