venerdì 13 maggio 2016

sogni


Poi c'è quel momento della sera in cui il bimbo strilla nel sonno per una sorta di incubo.
Lo prendi in braccio per calmarlo e il bimbo si stringe.
C'è un bimbo col suo papà, in quel momento il papà è la sua salvezza.
Il sollievo è riuscire a cancellare il brutto sogno, poter rimettere il fringuello in branda e scoprire che hai funzionato, dorme. Dormirà fino a domani, tranquillo, sognando un chissà quale giocattolo che quel tuo cullare, quel parlare, gli ha evocato.
E così chiudi gli occhi e fai fatica, fai fatica a non convincerti di esserlo davvero, una volta tanto, una salvezza per qualcuno. 

Nessun commento:

Posta un commento